richiedi-informazioni
bottone-mail-list
ecogenera_Online_Shopping_Tips_yellow

Come scegliere

fotovoltaico_san_pietro_val_lemina_6kw_5Ci sono vari modelli di pannelli fotovoltaici commerciali.

Differenze per tecnologia:
I pannelli fotovoltaici si differenziano per la tecnologia delle celle fotovoltaiche, che sono i componenti che trasformano l’energia dei raggi solari in energia elettrica.

Silicio Monocristallino:
sono celle fotovoltaiche costruite con silicio di grado elettronico a cristalli orientati, il più pregiato e costoso. Il loro colore è blu-blu scuro omogeneo.
Il loro rendimento, cioè la capacità di trasformare la luce in energia elettrica, è il più alto e si aggira tra il 15 e il 20%.

Silicio Policristallino:
sono celle fotovoltaiche costruite con silicio a cristalli non orientati, di medio costo. Il loro colore è blu con riflessi argentati. Il loro rendimento, cioè la capacità di trasformare la luce in energia elettrica, è medio e si
aggira tra il 10 e il 15%.

Silicio Amorfo:
sono celle fotovoltaiche costruite con silicio non cristallino, il meno costoso. Il loro colore può essere anche trasparente. Il loro rendimento,
cioè la capacità di trasformare la luce in energia elettrica, è il più basso e si aggira tra il 5 e 8%.
La particolarità di questo materiale è la flessibilità. I pannelli fotovoltaici in silicio amorfo possono essere costruiti in fogli flessibili.
L’utilizzo tipico è nella copertura di superfici curvilinee.

Al di là dei fattori estetici o tecnologici, sono tre le informazioni importanti per scegliere un pannello fotovoltaico:
1) Il costo per watt di picco è un valore che si ottiene dividendo il costo del pannello per i watt di picco (Wp) dichiarati dal costruttore.
2) La conformità alla normativa sui pannelli fotovoltaici IEC 61215 è fondamentale per avere la sicurezza sulle prestazioni del vostro modulo.
Inoltre è obbligatorio per accedere al conto energia.
3) Ci sono pannelli adatti per essere utilizzati in tutti i tipi di impianti , a isola e connessi in rete.
Altri che non possono essere utilizzati in un impianto a isola (isolato dalla rete).
In un impianto fotovoltaico a isola la tensione Vm dei pannelli deve essere compatibile con i dati di targa della batteria.

Come collaudare un modulo Fotovoltaico
I parametri che possono essere verificati in un pannello fotovoltaico sono:

1. Congruenza della targa dati con le specifiche tecniche
2. Verifica dell’integrità meccanica con ispezione visiva
3. Misura della tensione a vuoto Voc
4. Misura della corrente di cortocircuito Isc

Affrontiamo i punti uno per uno.
1) Confrontare i parametri della targa dati con le specifiche tecniche contenute nel datasheet del modulo. I dati dovranno essere congruenti.

2) Controllare, con ispezione visiva, l’integrità del modulo, dei cavi elettrici e della scatola di distribuzione.

3) Esporre il modulo fotovoltaico alla luce del sole in modo diretto e perpendicolare ai raggi solari. Con un tester impostato su tensione continua Vdc rilevare
la tensione di uscita. Questa misura va confrontata con il dato di targa “Vm”, oppure “Voc” segnalato sulla targhetta apposta sul retro del modulo.

4) Esporre il modulo fotovoltaico alla luce del sole in modo diretto e perpendicolare ai raggi solari. Con un tester impostato su corrente continua Adc (portata 10A)
rilevare la corrente di uscita. Questa misura va confrontata con il dato di targa “Im”, oppure “Ioc” segnalato sulla targhetta apposta sul retro del modulo.
Come capire la targa dati

Analizziamo insieme i parametri fondamentali dei dati di targa di un pannello fotovoltaico.
immagine

Module efficiency: è l’efficienza con cui il modulo converte l’energia solare in energia elettrica.
Cell efficiency: è l’efficienza con cui la cella fotovoltaica, montata nel modulo, converte l’energia solare in energia elettrica. Deve essere maggiore dell’efficienza del modulo.
Power peak: è la potenza massima che può erogare il modulo. L’unità di misura è il Watt (coincide con il watt di picco Wp).
Vm: Tensione generata alla massima potenza.
Im: Corrente generata alla massima potenza.
Voc: Tensione a circuito aperto.
Isc: Corrente di corto circuito.
Power tolerance: definisce lo scostamento percentuale della potenza del modulo rispetto al valore nominale dichiarato (Power peak).
Nel caso di questo modulo la ditta produttrice garantisce una tolleranza del +/-5%. Ciò significa che il modulo acquistato (potenza nominale di 25 watt) potrà generare da un minimo di 24,25
watt ad un massimo di 25,75 watt.
Questo dato è un indice indiretto di qualità. A parità di potenza massima dichiarata, sarà migliore il modulo con una tolleranza minore.
L’ottimo è un modulo con tolleranza negativa uguale a zero (per esempio -0/+5%), che ci assicura il massimo della produzione di energia.
Maximum system voltage: è la tensione massima tollerata dal modulo, quando è inserito in un impianto fotovoltaico con numerosi pannelli.